Come avere la cucina sempre bella profumata

Loading...

La cucina è il cuore della casa ma anche la stanza dove lo sporco e i cattivi odori sono sempre in agguato. In questa breve guida ti spiegheremo come avere un ambiente pulito e profumato con prodotti naturali, economici e totalmente innocui per la tua famiglia e per i nostri amici a quattro zampe.

Il particolare fa la differenza!

L’errore che commettiamo spesso è quello di pensare che deodorare la cucina voglia dire semplicemente aprire le finestre, passare un mop con un detersivo particolarmente profumato e magari spruzzare un deodorante. Niente di più sbagliato! Per avere un ambiente a prova di “naso” devi prenderti cura dei piccoli particolari. Un lavello ben deterso, ad esempio, o una pattumiera pulita e svuotata regolarmente sono quei piccoli dettagli che contribuiscono a regalare un’aria fresca e igienizzata a tutta la stanza.

Il kit di base per avere una cucina profumata e pulita

Prima di partire con i consigli, ti elenchiamo il kit di base di prodotti che devi possedere per creare una serie di detergenti naturali, privi di allergeni e totalmente innocui per l’ambiente, le persone e gli animali. Sono sostanze di uso comune, reperibili facilmente in qualsiasi cucina, erboristeria e supermercato.

1) Aceto bianco di alcol

L’aceto bianco di alcol deriva dalla fermentazione degli zuccheri contenuti nella frutta. E’ un prodotto multiuso, sgrassa, igienizza e deodora qualsiasi superficie. A differenza dell’aceto di vino e di mele, questo prodotto ha un odore meno forte e persistente.

Di seguito elenchiamo gli altri prodotti indispensabili:

  • Bicarbonato di sodio;
  • Bucce di limone e arance;
  • Vecchi ritagli di stoffe e asciugamani;
  • Oli essenziali, in particolar modo Tea Tre Oil, menta piperita e limone;
  • Detersivo per piatti ecologico;
  • Alcol denaturato per le emergenze;
  • Sapone di Marsiglia.

Il detersivo multiuso

Un alleato indispensabile per l’igiene e il profumo della cucina è un detergente totalmente naturale che puoi ottenere dalla macerazione delle bucce di limone e arance in aceto di alcol. Il procedimento è molto semplice. Prendi un barattolo di vetro con chiusura ermetica, abbastanza capiente, e riempilo con l’aceto.

Aggiungi la buccia dei limoni e delle arance alle quali avrai tolto ogni residuo di polpa aiutandoti con un coltello. Chiudi il barattolo, mettilo in frigo e lascialo riposare per due settimane. In questo lasso di tempo l’aceto aiuterà la buccia degli agrumi a rilasciare il limonene, un solvente naturale ottimo per sgrassare e detergere senza risciacquo ogni tipo di superficie. Al termine dei 15 giorni non dovrai far altro che filtrare l’aceto e mettere il liquido così ottenuto in uno spruzzino.

E nel frattempo? Ti diamo un’alternativa non ecologica ma sempre meno costosa dei vari detersivi. Riempi uno spruzzino da 500 ml di acqua demineralizzata e aggiungi 100 ml di alcol denaturato. Agita e tieni a portata di mano questo preparato per pulire e lucidare qualsiasi superficie.

6 consigli per una cucina profumata e pulita

Il lavello

Conosci il metodo Fly-Lady? Inventato negli Stati Uniti, è uno dei sistemi più seguiti al mondo per tenere la casa sempre pulita, in ordine e profumata. Lo step di partenza riguarda proprio il lavello della cucina. Ogni sera, prima di andare a letto, lava tutti i piatti o mettili in lavastoviglie e poi pulisci e lucida il lavandino. Per togliere residui e incrostazioni puoi utilizzare semplicemente il detersivo per i piatti oppure strofinare la spugnetta su un blocco di sapone di Marsiglia o all’olio di cocco. La classica saponetta di Marsiglia (ovviamente pura al 100%) è un ottimo sgrassante, capace di ridare nuova lucentezza all’acciaio.

Asciuga bene con un vecchio ritaglio di stoffa e lucida con il detergente naturale agli agrumi o quello realizzato con l’alcool denaturato. In alternativa puoi cospargere la superficie del lavello con un po’ di bicarbonato e strofinare con mezzo limone. L’azione leggermente abrasiva della polvere combinata con il potere sgrassante e deodorante dell’agrume ti permetterà di ottenere un acciaio lucido e profumato.

Prendersi cura del lavello vuol dire anche disinfettare e pulire i tubi di scarico. Il problema è che i prodotti in commercio sono molto corrosivi e rischi di danneggiare seriamente le tubature, soprattutto quelle in plastica. Anche in questo caso puoi realizzare un composto alternativo totalmente naturale e innocuo.

Fai bollire due litri di acqua. Sul filtro del lavello metti tre cucchiai abbondanti di bicarbonato e tre di aceto di alcol. Versa lentamente l’acqua bollente, evitando di respirare il tutto (proteggiti con una mascherina se vuoi). Lascia così per un’ora e poi fai scorrere abbondante acqua fresca. Questo lavaggio speciale toglie ogni residuo di cibo e sporco e lascia un gradevole profumo di pulito.

Le spugnette

La mattina quando entri in cucina ti sembra di sentire un odore stantio, quasi di muffa? La colpa potrebbe essere della spugnetta che usi per lavare i piatti. Per evitare questo inconveniente, dopo ogni utilizzo lavala con cura, sciacquala e falla asciugare su un ripiano senza ristagni di acqua. Un piccolo consiglio: puoi eiminarla del tutto e sostituirla con una spugna naturale, proprio quella che usi per fare il bagnetto ai bimbi. Non soltanto è totalmente biodegradabile e quindi non nuoce all’ambiente, ma ha il pregio di non trattenere i residui di cibo, grasso e sporco, proprio i responsabili del cattivo odore.

La pattumiera

La pattumiera dell’umido deve essere svuotata e pulita regolarmente, pena la proliferazione del cattivo odore non solo in cucina ma in tutta la casa. Dopo aver tolto il sacchetto sporco, spruzza sul fondo e sulle pareti il detergente multiuso agli agrumi (o uno di tuo gradimento) e pulisci con un vecchio giornale. Ti sveliamo un piccolo trucco: cospargi il fondo della pattumiera con un po’ di bicarbonato di sodio al quale avrai aggiunto qualche goccia di Tea Tree Oil. In questo modo profumerai l’ambiente e terrai lontano gli insetti, soprattutto le formiche.

Taglieri e superfici in legno

I piccoli oggetti in legno sono molto difficili da pulire. In particolare i taglieri hanno la capacità di assorbire lo sporco e gli odori. Lavarli con il detersivo per i piatti non è mai una buona idea perché i tensioattivi vengono assorbiti dal legno e il rischio è che vengano rilasciati in seguito sul cibo. Per pulirli e togliere qualsiasi odore sgradevole ti consigliamo di spargere sulla superficie un po’ di bicarbonato di sodio e versare dell’aceto di alcol. L’effervescenza sprigionata dalla miscela pulisce, sgrassa e igienizza la superficie. Lascia agire per circa 5 minuti, risciacqua e ammira il risultato.

Aromaterapia in cucina

A volte capita di cuocere dei cibi dall’odore un po’ troppo forte e magari sgradevole. In questo caso puoi sfruttare i principi dell’aromaterapia creando un mix perfetto per profumare non solo la cucina ma tutta la casa. In una pentola capiente fai bollire abbondante acqua con delle fette di limone, qualche ramo di rosmarino e una decina di gocce di olio essenziale di eucalipto o menta. Una volta raggiunto il bollore, abbassa la fiamma e tieni così per almeno 30 minuti, controllando che ci sia sempre acqua nella pentola. Se non ti piace il rosmarino puoi utilizzare altre erbe aromatiche, l’importante è che siano gradevoli e profumate.

Il pavimento

Un pavimento pulito e deterso è l’ultimo tassello per una cucina profumata. Dopo averlo spazzato, lavalo con un mop ottenuto dal riciclo di vecchi asciugamani e con acqua calda (5 litri) nella quale avrai messo: 5 gocce di detersivo per piatti, 10 di olio essenziale a tua scelta e due o tre spruzzate del detergente agli agrumi del quale ti abbiamo parlato all’inizio.

E per finire, lava a fondo il piano cottura e il piano di lavoro una volta al giorno. Non dimenticare di pulire la porta del frigorifero, l’interno del forno a microonde e le prese elettriche. Cambia regolarmente i canovacci della cucina e chiudi sempre la pattumiera con il coperchio.

Con questi consigli avrai una cucina bella e profumata ogni giorno con il minimo sforzo e con la minima spesa!

Loading...

Commenta