Gli errori nel make up dopo i 40 anni che alzano l’età

Ogni donna, ad ogni età, ama sentirsi bella e desiderabile, perfetta sempre, qualunque sia l’occasione ed il trucco può rivelarsi un ottimo alleato a condizione che venga utilizzato nel modo più corretto, tenendo conto degli anni che non devono essere mascherati ma valorizzati nel migliore dei modi. Se anche tu hai superato i 40 anni e ti è sempre piaciuto truccarti, vediamo quali sono gli errori più comuni che potresti commettere e che, invece di farti sembrare più bella, potrebbero contribuire ad accentuare la tua età.

Gli errori da evitare quando ti trucchi: partiamo dalla base

Attenzione all’effetto maschera

La pelle, dopo i 40 anni, cambia è una cosa inevitabile. Per questo motivo è fondamentale idratarla nel modo migliore ricorrendo ad una crema nutriente in grado di renderla sana, luminosa ed omogenea il più possibile. Si tratta delle azioni più comuni da intraprendere per evitare o ritardare la formazione di rughe e zampe di gallina.

Loading...

Quando inizi a truccarti, dunque, stendi una crema idratante e poi ricorda: non esagerare con il fondotinta. Al contrario di quanto potrebbe sembrare, infatti, usare un prodotto troppo coprente ed usarne una quantità eccessiva con lo scopo di nascondere i difetti della tua pelle, avrebbe un risultato decisamente negativo e sai perché? Un fondotinta inadeguato andrebbe a depositarsi esattamente dove non vorresti, nelle linee delle rughe, sui pori dilatati e sulle zampe di gallina, mettendole in evidenza e facendoti sembrare decisamente più “grande”, con un pessimo effetto maschera.

LEGGI
Le migliori creme anticellulite: quali sono le marche da scegliere

Come fare allora ad uniformare l’incarnato senza incorrere in questo errore? Sicuramente evitando i prodotti adatti alle adolescenti. No ad un effetto mat esagerato ed a fondotinta molto coprenti e densi; preferisci piuttosto creme colorate, meglio se idratanti, fluide e leggere in grado di rendere la tua pelle fresca e luminosa senza risultare artefatta. In commercio ce ne sono tantissime: le BB cream e le CC cream, ad esempio, donano un aspetto naturale ma contribuiscono ad idratare la pelle rendendola uniforme nel modo giusto.

Un’idea potrebbe anche essere quella di miscelare alcune gocce di fondotinta ad una crema idratante così da calibrare l’effetto coprente ed ottenere un risultato semplice ma molto efficace. In questo caso sarai tu a dover trovare la giusta miscela ma ricorda sempre che la parola d’ordine è: non esagerare!

Cipria si, ma quanto basta

Tenendo sempre a mente questo mantra, passiamo alla cipria, gioia e dolore di ogni donna che abbia superato i 40 anni. Anche in questo caso non bisogna credere che usandone di più si riesca a coprire i segni dell’età, anzi, la polvere della cipria li mette in evidenza rendendo la pelle opaca ed evitando che essa rifletta la luce.

LEGGI
Come rinforzare il cuoio capelluto: l’olio di rosmarino

Quindi ti consiglio di stendere solo un velo leggerissimo di cipria lungo la famosa zona T, che ormai avrai imparato a conoscere molto bene. E’ quella che ti ha fatto disperare quando eri adolescente perché era sempre grassa e lucida e continua anche adesso che hai “anta anni” perché non sai proprio come trattarla.

Niente panico! Dopo aver steso la crema colorata, passa un poco di cipria sul viso e poi spruzza dell’acqua termale spray, così da rendere il tutto più naturale possibile; durante il giorno, poi, non continuare a mettere cipria per rinfrescare il trucco, otterresti il solo risultato di appesantire la pelle evidenziando i difetti.

Un colorito naturale senza accessi

Qualsiasi polvere può risultare difficile da gestire dopo i 40 anni e questo vale anche per il blush e le terre abbronzanti. Non esagerare con il pennellone per rendere la tua pelle colorata come se fossi appena stata al mare, raggiungeresti il risultato opposto ed anche in questo caso la polvere andrebbe ad evidenziare le rughette di espressione. Usa, invece, colori tenui che si adattano alla tua carnagione, magari rosati o ambrati e con il pennello stendi il blush in modo diffuso sulla guancia verso la tempia così da non creare una evidente zona di colore ma un effetto sfumato e delicato che dia solo luminosità al viso.

LEGGI
Come trovare la migliore crema antirughe per il proprio viso

Gli occhi sono lo specchio dell’anima ma spesso anche dell’età: ecco cosa non fare

Non trascurare le sopraciglia

Qui sono molti gli errori nel make up dopo i 40 anni che alzano l’età. Partiamo dalle sopraciglia. Anch’esse, infatti, ad un certo punto iniziano a cambiare perchè qualche peletto comincia a cadere, qualcuno cambia colore, tendendo inesorabilmente al bianco, oppure appare più sottile e l’effetto globale, se non corri ai ripari, è quello di un cespuglio diradato che non valorizza affatto il tuo sguardo.

Per fortuna, però ci sono molte soluzioni in commercio che possono venirti in aiuto. Per prima cosa uniforma le sopraciglia con una pinzetta allargando l’arco così da dare luminosità a tutta la zona, poi utilizza l’apposita matita, il più vicino possibile al tuo colore naturale, per andare a riempire gli spazi vuoti e dare tono alle zone scolorite. Puoi usare anche i prodotti dotati di scovolino simili ai mascara, così da colorare le sopraciglia, pettinandole contemporaneamente in modo da avere un effetto particolarmente curato. Alla fine stendi lungo tutto l’arco un illuminante leggero che possa dare luce allo sguardo.

LEGGI
Vene varicose: 8 rimedi per eliminarle

Cura il trucco sulle palpebre per non tradire l’età

Dai quarant’anni in poi, potrebbe capitare con maggiore frequenza di vedere comparire borse o occhiaie, che rivelano in modo inesorabile l’età e potrebbero farti sembrare più “grande”. Prima di tutto, quindi, al di là del fatto che l’alimentazione e gli stili di vita giocano un ruolo importante anche in questo caso, ricorda di stendere sempre un correttore, da scegliere con una texture leggera e del colore migliore per il tuo incarnato.

L’uso eccessivo dell’ombretto soprattutto se ha colori accessi, glitterati o metallizzati ed è in crema, può contribuire ad accentuare i difetti di questa delicata parte del viso. Infatti, con il tempo, le palpebre tendono a perdere di elasticità e prodotti non adeguati avrebbero l’effetto di depositarsi nei piccoli solchi, riflettendo in modo errato la luce e ponendo l’attenzione su ciò che non vorresti far notare.

Questo però non significa che devi rinunciare al trucco. Devi solo trovare il giusto compresso per essere bella nel modo più naturale possibile, consapevole del fatto che la tua pelle sta cambiando. Per il giorno vanno benissimo gli ombretti opachi dai colori neutri come beige, marrone o ramato mentre la sera puoi osare di più, affidandoti a combinazioni di colori scuri come il nero, il blu o il grigio. Una buona idea potrebbe essere quella di usare un primer prima di truccare gli occhi, ma anche questo deve essere scelto accuratamente per essere adeguato alle esigenze della tua pelle.

LEGGI
Invecchiamento della pelle: 4 cattive abitudini da evitare prima che sia troppo tardi

Usare un eyeliner su una palpebra che non ha più la pelle tonica potrebbe avere, come risultato, quello di mettere in evidenza alcuni difetti, spesso facendo sembrare l’occhio più piccolo, così come avviene usando la matita sulla rima inferiore che contribuisce ad accentuare uno sguardo stanco ed affaticato. La soluzione potrebbe essere quella di sostituire matita ed eyeliner con un ombretto molto scuro o nero da stendere con un pennello sottile, sia lungo le ciglia superiori sia lungo quelle inferiori. Sarà un effetto più naturale che darà profondità alla sguardo ma senza appesantirlo.

Labbra al bacio ad ogni età

Quell’odioso “codice a barre”

Ne hai mai sentito parlare? Purtroppo viene chiamato così l’insieme di rughe sottili che si formano intorno alle labbra con il passare degli anni. La prevenzione è importante, quindi bisogna pensarci per tempo ma se ormai c’è, la cosa migliore, come sempre, è non tentare di mascherarlo con creme e fondotinta pesanti. Abituati a fare uno scrub periodico per rimuovere le cellule morte dalle labbra utilizzando prodotti naturali come miele e zucchero. Non usare troppo burro di cacao che potrebbe contenere prodotti chimici che, invece di ammorbidire, seccano e rovinano una parte così delicata del viso. Usa olio di cocco oppure olio di mandorle dolci stendendone un leggero velo. Poi passa al trucco.

LEGGI
Formose e in forma! I consigli e la routine di bellezza per conservare curve toniche e belle

Non rinunciare al rossetto ma….

Se hai rughette intorno alle labbra il rossetto potrebbe sbavare ed andare ad infilarsi proprio lì, mettendole in evidenza. Tuttavia questa parte del viso non va trascurata ed allora che fare? Usa sempre una matita per delimitarne il contorno che, con il tempo, tende ad essere meno definito.

Puoi optare per quelle matite trasparenti che definiscono perfettamente la bocca ma hanno un risultato naturalissimo. Inoltre poiché le labbra si assottigliano fai attenzione alla scelta dei colori del rossetto. Bandisci dalla tua trousse quelli troppo scuri: niente bordeaux, toni violacei, rosso intenso, borgogna, etc, Hanno l’effetto di far sembrare le labbra ancora più sottili. Orientati invece su toni più brillanti, magari lucidi, ed anche in questo caso con una texture leggera in grado di dare luminosità a tutto il viso.

Loading...

Commenta