Stai usando la spazzola giusta per i tuoi capelli?

Una chioma sana, forte e vitale richiede cure continue, trattamenti condizionati, nonché una spazzola professionale e di ottima qualità, che ne rispetti la struttura. E la tua? Sei sicura di possedere una spazzola adeguata alle tue esigenze? Il mondo degli accessori per lo styling, infatti, è molto vasto. Esistono spazzole pneumatiche, in legno, con setole sintetiche oppure di cinghiale, paddle, elettriche o ancora tonde. Per orientarti in questo marasma devi conoscerne le caratteristiche, in relazione allo spessore ed alla lunghezza dei tuoi capelli.

Seguici su Instagram

L’importanza delle spazzole per capelli

Il compito di un buon accessorio per lo styling è quello di ottenere risultati come dal parrucchiere, mantenendo perfetta la piega, riducendo i tempi di utilizzo dell’asciugacapelli ed evitando eventuali danni alle punte. I capelli vanno pettinati almeno una o due volte al giorno, in modo da eliminare polveri ed impurità che quotidianamente si depositano sul cuoio capelluto, ostruendo il bulbo pilifero. Non respirando correttamente, infatti, la chioma si indebolisce perdendo di lucentezza e di vitalità. Pertanto, non acquistare mai delle spazzole per il loro aspetto o peggio ancora per il costo ridotto, ma per la loro funzionalità. Generalmente, vengono suddivise in due grandi categorie: pneumatiche e tonde. Le prime sono ideali per pettinare e districare. Dallo spessore differente, possiedono setole più o meno lunghe, in plastica oppure in cinghiale. Le spazzole tonde, invece, sono le regine dello styling, perfette per pieghe ed acconciature. Termiche o con tubo in alluminio, possono avere setole in nylon, cinghiale oppure in cinghiale rinforzato (la combinazione di entrambi i materiali). Il manico può essere interamente in legno oppure in plastica. Nella scelta dell’accessorio, le setole giocano un ruolo indispensabile, specie se soffri di cuoio capelluto sensibile. Per mantenerlo in salute, ricorri ad un trattamento idratante, magari a base di olio di Argan e sostituisci la tua vecchia spazzola con una dalle setole larghe e le punte grandi con pallini. Oltre a districare perfettamente la chioma, scivola delicatamente tra le ciocche e dispensa anche un piacevole massaggio che riattiva la circolazione sanguigna.

LEGGI
Secchezza, addio! 10 creme viso per pelle secca da comprare online che vi faranno rinascere
Loading...

La spazzola giusta per ogni tipologia di capello

Sicuramente avrai già una spazzola in casa a cui sei particolarmente affezionata e con cui credi di trovarti benissimo. Ma sei davvero sicura che sia la risposta più adeguata alle tue esigenze? Sappi infatti che esistono spazzole differenti per ogni tipologia di capello (liscio, riccio, fine, spesso, lungo oppure corto) che garantiscono ottimi risultati, nel rispetto del cuoio capelluto e del fusto. Oltre alle classiche spazzole, fanno la loro comparsa sul mercato nuovi modelli 2.0 strani e “misteriosi”: sferici, sottili e giganti, in legno, ceramica, nylon o in fibra naturale. Analizziamone insieme le caratteristiche:

Spazzola ovale o pneumatica. Piatta e con setole generalmente in cinghiale oppure in plastica, è la spazzola per eccellenza, ideale per districare i nodi dei capelli lisci oppure appena mossi. Dal tocco leggero, è dotata di un cuscinetto pieno d’aria che non strofina e non irrita il cuoio capelluto. Effettua un piacevole massaggio sullo scalpo che contribuisce alla buona salute dei capelli ed alla loro continua crescita. Puoi trovarla nella versione con setole in nylon per una chioma folta e spessa; naturali per capelli medio-fini oppure miste per capelli normali. Efficace nello styling, conferisce una lucentezza alla capigliatura tutta da ammirare.

LEGGI
Mani più giovani e curate in cinque mosse

Spazzola tonda con setole morbide di cinghiale oppure di nylon. Regina dello styling è perfetta per tagli lunghi o medio-lunghi. Il diametro varia in base alla lunghezza del capello: ridotto per un caschetto; medio o grande per una chioma che supera le spalle. Questa tipologia di spazzola, generalmente in legno, è molto delicata ed è indicata per i capelli fragili. Crea volume senza maltrattare la capigliatura.

Seguici su Instagram

Spazzola sottile con manico a punta. Ideale per lo styling, è dotata di una pratica punta che separa agevolmente le ciocche. Le setole morbide servono a cotonare e dare volume ai capelli scalati, tra un livello ed un altro.

LEGGI
Come mettere il rossetto in 9 mosse!

Spazzola quadrata. Dotata di denti larghi è ideale per districare i capelli più impicciati. Perfetta per controllare il volume delle chiome ricce e ribelli, garantisce un’acconciatura liscia o poco mossa senza l’impiego della piastra. Si adatta perfettamente a caschetti ed a capelli medio-lunghi.

Spazzola anti-forfora. Le setole sono realizzate in rame, un fungicida naturale. Questo particolare accorgimento, previene la desquamazione ed il prurito tipici della forfora.

Spazzola termica tonda. Conferisce volume alla chioma. Professionale e resistente alle alte temperature, è costituita da un tubo in alluminio e da setole in nylon che distribuiscono il calore uniformemente su tutta la ciocca. La sua particolare struttura, inoltre, chiude perfettamente le squame, in modo da garantire capelli sani e splendenti.

LEGGI
Le migliori creme anticellulite: quali sono le marche da scegliere

Spazzola in plastica con le setole rade. Dalle setole morbide e non troppo fitte, doma perfettamente i ricci senza l’antiestetico effetto lana.

Spazzola in legno. Di facile reperibilità, è molto indicata per districare i nodi dopo la doccia. Disponibile anche in bambù.

Utilizzare la spazzola giusta al giusto scopo

Dopo aver analizzato le tipologie di spazzole più comuni, non rimane altro che farne un buon uso. Infatti, un accessorio che normalmente viene impiegato per districare la chioma, non è altrettanto adeguato per la piega. Per cui, ogni spazzola ha una propria specifica condizione d’utilizzo. Ad esempio, per i capelli bagnati è importante impiegare una spazzola districante ma che non spezzi o sfibri il fusto. Per gli imprevisti, come una riunione dell’ultimo minuto, invece, è opportuno portare sempre con te in borsa, magari all’interno di una busta trasparente richiudibile, una spazzola volumizzante.

Spazzole per le acconciature

Per realizzare un’acconciatura a casa come dal parrucchiere, devi procurarti una spazzola da brushing, considerando quindi l’effetto finale che desideri ottenere.

LEGGI
Truccarsi è sintomo di intelligenza: lo dimostra un esperimento

Spazzola piatta e larga o paddle. Perfetta per disciplinare e lisciare la chioma, regala una nuova luce ai tuoi capelli.

Spazzola tonda. In base al suo diametro, potrai sbizzarrirti nel creare onde morbide oppure ricci fittissimi. Ricorda che più è larga la spazzola, più otterrai uno styling morbido e naturale.

Accorgimenti e consigli utili

Per un risultato duraturo, accompagna al movimento della spazzola il getto d’aria dell’asciugacapelli. Non esagerare con le alte temperature e mantieni la dovuta distanza (almeno 10 centimetri) per evitare di bruciare le punte ed arrecare ulteriori danni al fusto.
La scelta dei materiali degli strumenti per lo styling è importantissima. Sui capelli bagnati non utilizzare una spazzola qualsiasi. Essendo al culmine della fragilità, possono spezzarsi al primo contatto. Riduci gli effetti provocati dall’attrito, procurandoti un pettine o una spazzola dalle setole larghe. Aiutati preferibilmente con una crema districante e condizionante da applicare prima e dopo lo shampoo a capelli quasi asciutti. Prediligi prodotti a composizione naturale, con acido ialuronico dall’azione anti-age. Anche i capelli invecchiano ed è tuo preciso dovere prendertene cura per mantenerli sempre in salute e brillanti.
Fai attenzione quando utilizzi le spazzole termiche e/o le piastre (anche se dotate di supporto in ceramica). Liscia oppure arriccia il fusto solo saltuariamente, quando desideri cambiare look, per un’occasione speciale o un evento mondano, ma non tutti i giorni. Utilizza gli strumenti per lo styling a capelli ben asciutti e dopo aver applicato un buon termo-protettore. Ogni azione meccanica ha dei particolari effetti sulla chioma. Utilizzare una spazzola non adeguata, oppure pettinare con eccessiva forza può provocare la rottura, l’indebolimento e la caduta precoce dei capelli. Pertanto, acquista sempre strumenti delicati, di qualità e professionali. Inoltre, per mantenere in ottima salute i tuoi capelli ed il cuoio capelluto assumi periodicamente, anche con cadenza semestrale, degli integratori che vanno ad agire direttamente dall’interno. Il periodo ideale per cominciare il trattamento è senz’altro il mese di settembre. Dopo l’estate, infatti, la chioma è stressata dal sale marino e dal cloro, dai lavaggi frequenti, dall’azione dei raggi solari e dall’impiego di prodotti vari per lo styling.

LEGGI
Vene varicose: 8 rimedi per eliminarle
Loading...

Commenta