5 favolosi trucchi per sbiancare e disinfettare i cuscini

I cuscini su cui poggiare la propria testa per riposare bene o da mettere dietro la schiena per sedersi più comode sono davvero utili per il benessere e il confort quotidiano. Tuttavia col tempo i cuscini possono ingiallirsi, macchiarsi e accumulare polvere, forfora, sudore e cattivo odore. A tal proposito come si fa a sbiancare e a disinfettare i cuscini?

Seguici su Instagram

Come si fa a sbiancare e a disinfettare i cuscini?

E’ un po’ di tempo che non riesci più a dormire bene perché il tuo cuscino ti fa grattare i capelli o ti si tappa il naso appena poni la testa sul cuscino? Oppure i cuscini che tu e la tua famiglia utilizzate solitamente per stare più comodi o per arredare la casa sono ingialliti per il sudore e/o sono piuttosto sporchi, hanno un pessimo odore e sono brutti da guardare? Allora è arrivato il momento di sbiancare e disinfettare i tuoi cuscini! Ecco 5 favolosi trucchi.

Loading...
  • Lava un cuscino alla volta in lavatrice o al massimo 2, e poi, quando il programma di lavaggio è terminato, aziona più volte la centrifuga per eliminare l’acqua residua dal cuscino oppure utilizza l’asciugatrice per un’asciugatura migliore. Al riguardo se non hai l’asciugatrice puoi usare l’essiccatore di una lavanderia a gettoni.;
  • Per completare l’asciugatura disponi il cuscino in orizzontale sopra i fili di uno stendino e mettilo all’aria aperta. L’asciugatura avrà una durata diversa a seconda della stagione, in particolare dovrai attendere alcune ore in estate oppure fino a 2, 3 o 4 giorni nelle stagioni più fredde, pertanto durante l’inverno e l’autunno è preferibile posizionare lo stendino in casa nei pressi di una fonte di calore, come il termosifone, il calorifero o il camino, o vicino al deumidificatore;
  • Aggiungi una pallina piena di candeggina e un’altra colma di cristalli di soda da bucato, detta anche carbonato di sodio, nel cestello della lavatrice assieme al cuscino da lavare oppure puoi usare una sola pallina in cui versar ½ di aceto di vino bianco e ½ di bicarbonato di sodio per ottenere ugualmente una pulizia profonda;
  • Metti i cuscini in ammollo prima del lavaggio con dell’acqua, della candeggina e del carbonato di sodio. In merito è anche possibile sostituire la candeggina e il carbonato di sodio con una tazza di bicarbonato di sodio;
  • Diluisci un cucchiaio di aceto di vino bianco o di succo di limone in 200 ml di acqua tiepida così da pretrattare le macchie dei cuscini prima del lavaggio;
  • Pretratta i cuscini con bicarbonato di sodio mescolato con poca acqua e qualche goccia di tea tree oil per sbiancarli e disinfettarli allo stesso tempo.
LEGGI
Come ottimizzare gli spazi se hai un guardaroba molto piccolo

Come lavare e far asciugare i cuscini

Lava un solo cuscino per volta in lavatrice, o al max 2, rispettando le istruzioni riportate sull’etichetta. In merito a ciò potresti utilizzare un programma a bassa temperatura, ad esempio un programma delicato a 30° C oppure uno a 40° C, salvo che le istruzioni non prevedano il lavaggio a 60° C più idoneo per uccidere gli acari. Oltretutto evita di aggiungere l’ammorbidente, altrimenti il contenuto del cuscino si appiccicherà, ad esempio se contiene delle piume, e fai un risciacquo o 2 in più per essere sicura di aver eliminato completamente il detersivo. Al riguardo è meglio se usi un detergente liquido delicato e senza profumo per eliminarlo più facilmente di quello in polvere e soprattutto per non avere reazioni allergiche quando cerchi di dormire o di rilassarti.

LEGGI
6 piante da tenere in casa che purificano l'aria

Seguici su Instagram

Per di più se dopo il primo lavaggio il cuscino è ancora sporco perché le macchie sono ostinate dovresti effettuare un altro lavaggio o più di uno finché non diventa lindo. In merito all’asciugatura aziona più volte la centrifuga fino a che il cuscino non si sia liberato dall’acqua residua. Oppure se hai l’asciugatrice usa quest’ultima, infatti tal apparecchiatura è in grado di rendere il cuscino ben asciutto e di nuovo soffice e morbido, però stai attenta al fatto che la temperatura non sia troppo alta poiché alcuni materiali potrebbero rovinarsi o rompersi.

Infine per completare l’asciugatura disponi il cuscino in orizzontale per diverse ore sopra i fili di uno stendino posto vicino a una fonte di calore, tuttavia non a contatto con la stessa, oppure all’aperto, ad esempio in giardino o sul balcone, per ottenere un profumo di fresco. Come se non bastasse devi sapere che il sole aiuta a schiarire i cuscini, quindi potresti mettere lo stendino in pieno sole, però se il cuscino contiene piume tale decisione potrebbe non essere consigliabile, difatti si sciuperebbero. Fra l’altro per rendere uniforme l’asciugatura ogni tanto scuoti il cuscino e rivoltalo sul lato opposto.

LEGGI
Come togliere ogni tipo di macchia - I segreti della nonna

Candeggina e cristalli di soda per sbiancare e disinfettare i cuscini

Per sbiancare e disinfettare efficacemente i cuscini è utile aggiungere una pallina piena di candeggina e un’altra colma di cristalli di soda da bucato nel cestello della lavatrice assieme al cuscino da lavare. In particolare la soda da bucato, detta anche carbonato di sodio, deterge, igienizza, sbianca ed elimina i cattivi odore, inoltre costa poco ed è ecologica, mentre la candeggina smacchia, purifica e dona brillantezza. Allo stesso scopo si possono usare insieme in una pallina l’aceto di vino bianco e il bicarbonato di sodio.

Cuscini in ammollo prima del lavaggio

I cuscini più ingialliti e/o sporchi possono essere immersi nell’acqua della vasca da bagno o di un’ampia vaschetta da bucato per una notte intera con l’aggiunta di una tazza di candeggina e di una tazza di cristalli di soda così da sbiancarli e disinfettarli al meglio. Fra l’altro l’ammollo dei cuscini si può fare anche sciogliendo una tazza di bicarbonato di sodio in circa 4 litri di acqua. Ovviamente dopo uno di tali trattamenti i cuscini devono essere lavati in lavatrice come è stato descritto in precedenza.

LEGGI
Fornelli Anneriti: i migliori trucchi per pulirli senza fatica

Sbiancare i cuscini con l’aceto di vino bianco

Per sbiancare i cuscini è utile diluire un cucchiaio di aceto di vino bianco in 200 ml di acqua tiepida e poi pretrattare le macchie o l’ingiallimento con tale preparato prima del lavaggio lasciandolo agire per circa 15 minuti. Allo stesso scopo si può usare anche l’acqua ossigenata, ma solo sui cuscini bianchi

Strofinare i cuscini con il bucato di sodio per sbiancarli

Per terminare si evidenzia che i cuscini ingialliti e/o macchiati possono anche essere sbiancati, disinfettati e smacchiati strofinandoli con un composto fatto con bicarbonato di sodio e poca acqua per mezzo di uno spazzolino, un panno o una spugna. Tale composto va lasciato agire per circa 15 o 20 minuti e poi risciacquato con acqua tiepida. Dopo questo trattamento è possibile proseguire con il lavaggio in lavatrice e poi con l’asciugatura.

LEGGI
5 modi per eliminare i cattivi odori dal frigorifero
Loading...

Commenta