10 errori che non devi commettere se vuoi perdere peso

Loading...

Perdere peso non è poi così complicato come molti credono, però sono necessari alcuni accorgimenti e molta serietà nel seguire le linee guida prestabilite. Ciò che può davvero fare la differenza tra una buona riuscita e una perdita di tempo è la tua forza di volontà, assolutamente basilare, soprattutto se miri a un grosso cambiamento fisico.

Se l’obiettivo è soltanto quello di perdere poco peso per la prova costume, con un po’ di esperienza e di buonsenso potresti fare tutto autonomamente; se invece aspiri a un dimagrimento più drastico o non hai nessuna esperienza in questo campo, la cosa migliore da fare è rivolgersi a uno specialista, almeno nel periodo iniziale del percorso, in modo che ti possa trasmettere le conoscenze di base per proseguire poi con le tue forze. I grandi campi sui quali dovresti lavorare (con pari impegno) sono due: la dieta e l’attività fisica. Vediamo insieme quali sono alcuni errori comuni da evitare se non vuoi che il lavoro e la fatica spesa fino a questo momento non siano stati vani.

  1. Costanza

    La maggior parte delle persone che decidono d’intraprendere un percorso di questo tipo, non ottengono risultati (o comunque non quelli voluti) per un motivo molto semplice: perdono interesse e costanza. E’ molto importante che i periodi di stop per l’attività fisica e gli sgarri nella dieta siano ridotti al minimo possibile. Questo non è assolutamente da sottovalutare, perché una perdita in costanza equivale a un fallimento quasi sicuro.

  2. Organizzazione

    Per dimagrire è necessario prima di tutto una buona programmazione. Senza regole prefissate è molto più difficile che l’impegno rimanga costante nel tempo, per cui non fare l’errore di improvvisare sul momento, ma metti nero su bianco gli obiettivi, i controlli periodici del peso, una dieta e un programma di esercizio fisico.

  3. Dieta e attività fisica si equivalgono

    Come ho già accennato, la dieta e l’attività fisica si equivalgono in quanto a importanza, e sono entrambe necessarie. Non devi pensare che sia sufficiente soltanto una delle due, o finirai per sottovalutare la situazione e non potrai osservare i risultati voluti.

  4. Non imporsi una dieta sbilanciata

    E’ molto importante rivolgersi a una dietologa se non hai esperienza in questo campo, perché al giorno d’oggi se ne sentono di tutti i colori: diete spacciate per miracolose ma in realtà molto sbilanciate. Una dieta in cui vengono semplicemente tolte decine di cibi e diminuite drasticamente le quantità non è una dieta sana, e non solo ti porterebbe a non raggiungere il traguardo stabilito, ma potrebbe anche portare all’insorgere di problemi secondari legati a una scorretta alimentazione.

  5. Allenarsi con criterio

    Anche in questo caso i consigli di un esperto in materia non possono essere che utili, nonostante di solito (ma non sempre) i rischi siano meno dannosi per la salute rispetto a una dieta sbilanciata. In ogni caso ricordati sempre che una corretta attività fisica richiede le giuste pause in base alle proprie capacità, e soprattutto non bisogna mai strafare, altrimenti si ottiene l’esatto contrario di un effetto benefico.

  6. Pasti fuori casa

    Se hai un lavoro o una qualsiasi attività che spesso ti porta a mangiare fuori casa, non sentirti giustificata nel mangiare tutto quello che capita. E’ buona abitudine prepararsi il cibo a casa come da copione e portarlo con te utilizzando recipienti adatti acquistabili su internet e in molti negozi.

  7. Non esigere un grande cambiamento in poco tempo

    Spesso se non si notano dei cambiamenti può diminuire la fiducia sia in sé stessi che nel lavoro che si sta facendo. Ciò non deve accadere, perché modificare il proprio corpo richiede tempo e fatica, sia fisica che psicologica, per cui non è possibile osservare grandi cambiamenti in un periodo troppo breve, ma bisogna essere pazienti e fiduciosi nel proprio operato; se ci sono costanza e serietà i risultati arriveranno sicuramente.

  8. Non affidarti completamente alle trovate commerciali

    Sono sempre di più i prodotti “light” (leggeri) che si possono trovare comodamente al supermercato: ormai quasi tutti i cibi più comuni hanno il corrispettivo con “lo 0,1% di grassi” o “pochissime calorie”. Innanzitutto devi sapere che il corpo ha bisogno di molte sostanze e, anche se in dosi minori, anche di alcune che normalmente si tende a diminuire il più possibile nella dieta, come grassi e calorie. La loro assunzione deve essere bilanciata, e consumando solo prodotti light rischieresti un’eccessiva diminuzione. Inoltre, sapendo che l’alimento è light, può capitare che ci si faccia mentalmente meno problemi nell’aumentare le dosi, cosa che non dovrebbe accadere.

  9. Attivarsi dopo i pasti

    E’ risaputo che dopo mangiato si dovrebbe sempre praticare del movimento, anche banale come una rilassante camminata. Ciò aiuta molto l’attivazione del metabolismo favorendo lo smaltimento delle calorie.

  10. Riposo regolare

    Il riposo è importantissimo, soprattutto nelle ore notturne. Cerca sempre di dormire circa 8 ore ogni notte, possibilmente in modo continuato e più comoda e rilassata possibile. Un corpo ben riposato funziona molto meglio di uno stanco, e ciò si ripercuote direttamente nella digestione e nell’assimilazione dei nutritivi.

Se seguirai questi consigli in modo fedele stai pur certa che i risultati ricompenseranno lo sforzo!

Loading...

Commenta