Shiatsu: cos’è e quali sono i benefici dei massaggi sul corpo

Shiatsu: che cos’è

Lo shiatsu è una pratica manipolatoria durante la quale vengono effettuate delle pressioni costanti su varie parte del corpo al fine di provocarne il rilassamento.

Seguici su Instagram

Si tratta di una forma di massaggio che ha origini lontanissime: infatti nel VI secolo, alcuni monaci buddisti stabiliti in Cina introdussero nel paese questa pratica fino ad allora sconosciuta, che in seguito assunse un vero e proprio ruolo di disciplina medica.
Un trattamento di questo genere consiste nelle pressione applicata perpendicolarmente in punti specifici della superficie corporea del paziente, mediante i polpastrelli delle dita (soprattutto il pollice), il palmo della mano, i gomiti o le ginocchia dell’operatore, per liberare tali zone pressorie dall’accumulo di energie dannose e di fattori stressogeni.
Una singola seduta ha la durata di circa un’ora e può essere ripetuta anche tre volte alla settimana.
Ricorda che tale pratica in linea di massima non presenta controindicazioni, a meno che tu non sia affetto da cardiopatie, da gravi patologie epatiche o renali, da ernia del disco in fase acuta, dalla infiammazione del nervo sciatico oppure non sia reduce da una frattura recente.

Loading...

Lo shiatsu si basa su cinque presupposti:
– la postura;
– il respiro;
– la pressione;
– la perpendicolarità;
– la percezione (di piacere oppure di dolore).

LEGGI
6 esercizi di squat per gambe toniche e sedere sodo

Per garantire un risultato efficace al paziente, il manipolatore deve agire su di lui ponendo particolare attenzione a differenti aspetti operativi che riguardano una sua corretta posizione ed attenzione, la perfetta individuazione delle zone da trattare ed il giusto utilizzo della digitopressione.
Le più antiche discipline mediche del mondo hanno individuato sulla pelle dei punti ben precisi che corrispondono ai differenti organi interni secondo una perfetta corrispondenza biunivoca; sfruttando tale principio si è sviluppata la tecnica dello shiatsu, che afferma come la stimolazione di tali zone contribuisca a mantenere liberi i canali in cui scorre l’energia vitale, al fine di evitare quei pericolosi accumuli che stanno alla base di varie patologie.

Si tratta di una tecnica che presuppone un’ottima conoscenza dell’anatomia e della fisiologia del corpo umano e molta esperienza, pertanto ricorda di rivolgerti a personale specializzato, che sia in grado di offrirti tutte le garanzie del caso.
In Europa questa metodica si è diffusa intorno agli anni Settanta, imponendosi come terapia alternativa a quelle tradizionali; attualmente sono sorti numerosi centri che offrono tali prestazioni, anche se a tutt’oggi non sono disponibili delle ricerche scientifiche che comprovino la reale efficacia del metodo.
Soltanto di recente, nel 2013, il governo italiano ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale alcuni elenchi di associazioni professionali, a titolo informativo, e senza alcun giudizio di garanzia; comunque sono circa sei milioni le persone che hanno provato, almeno una volta, il massaggio shiatsu, soprattutto allo scopo di allentare lo stress.

Massaggio shiatsu e suo ruolo

Il massaggio shiatsu viene considerato come una tecnica consistente nel frizionare, sfregare, spingere con le mani le differenti parti del corpo.

LEGGI
Hai il metabolismo lento? Ecco cosa fare per dimagrire

I cultori della massoterapia ritengono che il massaggio shiatsu sia in grado di svolgere numerose funzioni molto vantaggiose per il benessere dell’organismo, sia a livello fisico che a quello psicologico, in quanto la salute del corpo si riflette positivamente anche sulla mente, secondo il famoso detto: “mens sana in corpore sano”.
Tieni inoltre presente che tale pratica fisioterapica non deve mai essere troppo invasiva; se ti senti stanco devi interrompere immediatamente il trattamento e praticare una respirazione profonda per alcuni minuti, allo scopo di ossigenarti e riprendere forze.
Inoltre la tua pelle deve essere assolutamente integra; qualsiasi anomalia come infiammazioni cutanee, pustole, brufoli e tumefazioni in genere sono motivo per non fare il massaggio che non verrà mai eseguito neppure in presenza di vene varicose o di ferite da poco cicatrizzate.

LEGGI
I migliori esercizi per avere addominali tonici e scolpiti + qualche consiglio alimentare

Seguici su Instagram

La metodica è finalizzata a riequilibrare il sistema energetico del tuo organismo utilizzando unicamente l’azione dell’operatore, senza interventi di oli, pomate oppure strumenti di alcun tipo, in quanto la manipolazione del corpo si realizza non soltanto a livello muscolare, ma molto più profondamente, agendo su tutta la tua persona.

Benefici dei massaggi

I vantaggi di un massaggio ben fatto si fanno sentire non unicamente a livello fisico e non sempre sono immediati, le conseguenze positive riguardano anche la sfera psico-emotiva e sensoriale.

Essi svolgono un’azione stimolante e rilassante sul sistema muscolare e scheletrico, ma anche sul tessuto connettivale, sul derma e sull’ipoderma.
Inoltre liberano la pelle dalle cellule di sfaldamento, sollecitano la funzionalità dei condotti delle ghiandole sebacee, regolano la secrezione delle ghiandole sudoripare, agiscono sulle terminazioni nervose e su quelle motorie e migliorano l’elasticità dei tessuti.

Inoltre ricorda che, secondo numerose ricerche scientifiche, molte sensazioni relative alla sfera psico-emotiva vengono in qualche modo trattenute a livello dei muscoli, provocandone la contrazione ed aumentando la loro attività tensiva; il massaggio in questi casi si è mostrato capace di favorire l’eliminazione di tali tensioni, svolgendo un’azione estremamente benefica su tutto l’organismo ed attenuando quelle rigidità e disarmonie del movimento che caratterizzano uno stato di malessere generalizzato.

LEGGI
Come proteggersi dalle zanzare: 10 rimedi che funzionano davvero

Vediamo in dettaglio quali sono i principali benefici di un massaggio ben fatto.

Rilassamento

La prima conseguenza di questa pratica è rappresentata dall’allentamento della tensione che hai accumulato a livello delle fibre muscolari durante la loro attività. Si tratta di un metodo attraverso cui il muscolo si riposa dopo aver speso le energie indispensabili al suo lavoro; qualora questo recupero non si verificasse potresti avvertire una sgradevole sensazione di rigidità ed anche di malessere.

Rassodamento

Una conseguenza dell’avanzare dell’età consiste sia nella perdita di tonicità dei tessuti che possono disidratarsi assumendo un tipico aspetto secco, ma anche nella ridotta funzionalità delle fibre del connettivo presenti nel derma; il massaggio è in grado di ovviare a tali inconvenienti.

Eliminazione delle tossine

Durante la sua attività, il muscolo accumula un’elevata quantità di scorie che, se rimanessero localizzate per molto tempo, riuscirebbero a danneggiarne la funzionalità; probabilmente non riesci ad accorgerti di questo inconveniente in quanto spesso non produce alcuna conseguenza, ma è importante eliminarlo in breve tempo.

LEGGI
7 cose da fare per avere i piedi sempre belli e curati

Miglioramento della circolazione sanguigna

Attraverso le tecniche di digitopressione anche i tuoi vasi sanguigni traggono un notevole beneficio dato che tali manovre facilitano lo scorrimento sia del sangue nelle arterie e nelle vene sia della linfa nei vasi linfatici; in tal modo tutti i tessuti ne traggono un beneficio funzionale.

Eliminazione delle cellule morte

Lo strato più superficiale dell’epidermide presenta normalmente un accumulo di cellule morte che vengono spinte verso l’alto da quelle giovani in via di replicazione; se non venissero allontanate, la tua pelle apparirebbe opaca e senza vitalità.

Effetto cosmetico

In particolari condizioni ricorda anche l’effetto cosmetico del massaggio, ad esempio in caso di accumuli adiposi oppure di cellulite.

Stimolazione del sistema nervoso

Mediante il massaggio anche il tuo sistema nervoso viene stimolato ad aumentare la sintesi di endorfine, che sono delle sostanze il cui ruolo consiste nell’innalzamento della soglia del dolore (funzionano come antidolorifici naturali), nel produrre euforia e buonumore, nel liberare la mente dalle tensioni emotive e nell’allentare lo stress.

LEGGI
Le migliori tisane depurative che aiutano a dimagrire

Potenziamento del sistema immunitario

Come conseguenza del miglioramento della funzione circolatoria e dell’eliminazione delle tossine, il massaggio potenzia anche la funzionalità del sistema immunitario, stimolando la produzione delle cellule deputate a difendere il tuo organismo dagli attacchi di agenti patogeni.

Alleviamento dei dolori

Alcuni tipi di sintomatologie dolorose rispondono molto bene al massaggio, ma ricorda che non tutte sono con esso compatibili; ad esempio, se soffri di torcicollo, un disturbo provocato dall’irrigidimento delle fibre muscolari, potrai avere un grande sollievo in seguito ad un trattamento; anche in caso di disturbi relativi alla sindrome pre-mestruale sono stati osservati notevoli miglioramenti; in alcuni tipi di emicrania un massaggio dolce e rilassante può alleviare efficacemente il dolore.

Se non sei un patito dei farmaci tradizionali, ricorda quindi che, in caso di disturbi dolorosi di media entità, un massaggio effettuato da un professionista esperto ti può offrire molti vantaggi; in alcuni casi i benefici saranno immediati, in altri dovrai avere un poco di pazienza dato che, per attivare alcuni processi metabolici, la pratica massoterapica richiede un poco di tempo.

Loading...

Commenta