Ricetta Crepes di avena senza farina: gustose e dietetiche

Loading...

La colazione? Il pasto più importante della giornata!

Una colazione sana, gustosa, digeribile e che non ti faccia nemmeno ingrassare. Un sogno? Niente affatto! Le crêpes di avena senza farina rappresentano un’alternativa buona e salutare al classico cornetto e cappuccino. Grande protagonista l’avena, un cereale che, come vedremo nei prossimi paragrafi, ti aiuta non soltanto a rimanere in forma ma interviene in alcuni processi a carico del nostro organismo, allontanando lo spettro di possibili patologie.

Spesso rinunciamo a un sano breakfast perché non abbiamo mai tempo. La mattina, tra doccia, letti da rifare, figli da portare a scuola e la corsa in ufficio, ci dimentichiamo che questo pasto è il più importante della giornata. Dopo il lungo digiuno notturno infatti, hai bisogno di regalare al tuo fisico un surplus di energie per ripartire alla grande. Le crêpes di avena sono perfette per tutta la famiglia: fanno bene agli adulti e sono ideali per i nostri ragazzi, i quali hanno bisogno di riserve di carboidrati complessi alle quali attingere per tutta la mattinata. E il bello è che si preparano in un attimo. Seguici e ti spiegheremo la ricetta passo dopo passo!

L’avena

Gli inglesi lo sanno già da qualche secolo. L’avena a colazione è la migliore scelta che possiamo fare per assicurarci una serie di benefici a lungo termine. Il porridge, la famosa “pappetta” ottenuta facendo bollire i fiocchi d’avena con latte e acqua, è infatti considerata una delle pietanze più corroboranti per il nostro organismo. E il merito va a questo cereale che negli ultimi decenni, dopo aver colonizzato le tavole europee e statunitensi, inizia ad essere apprezzato anche nei Paesi in via di sviluppo grazie alla sua accessibilità e alla facilità di coltivazione.

L’avena è uno dei cereali più sani sulla faccia della Terra. Numerosi studi scientifici hanno infatti dimostrato che sia la farina che i fiocchi sono ricchi di vitamine, sali minerali e macronutrienti fondamentali per l’uomo. Inoltre è facilmente digeribile e questa caratteristica la rende un alimento ideale da mangiare in qualsiasi momento della giornata ed è perfetto inoltre per sportivi e diabetici. Pensa che, dopo un’attenta valutazione, la Food and Drug Administration statunitense ha inserito l’avena tra i cibi capaci di abbassare addirittura il livello di colesterolo cattivo!

Le proprietà dell’avena

Questo cereale è un’ottima fonte di carboidrati complessi ovvero quella categoria di macronutrienti che il tuo organismo digerisce più lentamente ma che sono capaci di rifornirti di un’energia che viene rilasciata gradualmente nel corso della giornata. Il primo vantaggio è che non avrai i famosi cali di zuccheri che a metà mattinata ti fanno sentire spossata e stanca e il secondo è che ti sentirai sazia fino all’ora di pranzo. L’avena, in parole povere, ti riempie quindi quando ti siedi a tavola il tuo appetito è sotto controllo. E questo comporta una gestione più efficace dell’introito calorico giornaliero.

Quello che affascina invece i nutrizionisti è la grande quantità di proteine contenute all’interno di questo cereale. Sono ovviamente proteine vegetali di alto valore biologico e per questo motivo l’avena è perfetta anche per vegani e vegetariani. Ma perché sono così importanti le proteine al risveglio? Quando dormi il tuo organismo consuma le riserve di zucchero contenute nel fegato e nei muscoli. Per ricostituirle hai bisogno di alimentarti con cibi proteici e digeribili, capaci di incrementare e mantenere intatta la tua massa muscolare. L’avena è ricca di antiossidanti, contiene betaglucano, limita e combatte le infiammazioni dell’organismo, abbassa la risposta glicemica. Ma fa dimagrire?

L’avena e i chili in eccesso

Calorie nella media, alto contenuto di fibre, pochi zuccheri e amidi: l’avena senza dubbio è il cibo perfetto per chi ha bisogno di dimagrire. Il contenuto in fibre, oltre ad avere un notevole potere saziante, rappresenta un toccasana per il nostro organismo e in particolare per l’intestino. Questo organo infatti, dopo una crêpe con l’avena senza farina, lavora meglio e ti permette di ritrovare una certa regolarità. In questo modo ti senti sgonfia, meno appesantita e la pancia, dopo qualche giorno, inizia a diminuire. E tutto questo senza soffrire la fame! L’avena inoltre ti aiuta a eliminare le tossine e i grassi in eccesso. Il risultato è una linea snella e una pelle invidiabile, a prova di brufoli e impurità.

La ricetta delle crêpes d’avena senza farina

Sei pronta per assaporare una delle migliori colazioni della tua vita? Prepara pentole e fornelli allora perché stiamo per darti due ricette che si preparano in un attimo. Sono perfette non soltanto per la colazione ma anche per il pranzo, la cena e per uno spuntino sano e ricco di energia prima di andare in palestra.

La prima ricetta di crêpes che ti proponiamo è la più semplice e quella più adatta a chi ha la necessità non soltanto di evitare la farina raffinata ma anche prodotti come le uova. Questa preparazione è stata ideata da Marco Bianchi, il famoso divulgatore scientifico che fa parte del team di Umberto Veronesi. Da qualche anno Bianchi ci propone una nuova filosofia del cibo, dove ogni alimento è utilizzato in base alla sua capacità di apportare benefici al nostro organismo. Le sue crêpes sono semplicissime e hanno bisogno soltanto di due ingredienti.

Le crêpes di avena di Marco Bianchi

70 g di farina di avena
170 g di latte vegetale (avena, nocciola, soia o riso)

Versa gli ingredienti nel bicchiere del mixer e mescola con il minipimer. Prendi una piccola padella antiaderente e ungila con qualche goccia di olio di mais. Fai scaldare e prendi un mestolo della tua pastella e versalo sul padellino. Cuoci a fuoco lento su tutti e due i lati. Farcisci la tua crêpe come vuoi. È ottima con un velo di sciroppo di acero.

Le crêpes per gli sportivi

Questa preparazione è leggermente più calorica della prima. È indicata per i nostri ragazzi o per chi deve affrontare una mattinata impegnativa ma non per questo vuole appesantirsi. Facile da digerire, prevede la presenza delle uova.

2 uova
130 g farina di avena
250 ml latte vegetale
1 cucchiaio scarso di olio di emi di mais o girasole

Anche in questo caso non devi far altro che sbattere insieme latte, uova e farina. L’uso del frullatore a immersione velocizza l’operazione e ti permette di ottenere una pastella liscia e priva di grumi. Per ottenere un risultato migliore, prepara la pastella la sera e falla riposare tutta la notte in frigorifero.

Scalda un padellino antiaderente sul fuoco e ungilo con pochissimo olio. Preleva con un mestolo una piccola quantità di impasto e versala sulla superficie lasciando cuocere la crêpe almeno 30 secondi per lato. Ripeti l’operazione fino a esaurire tutto l’impasto che hai a disposizione.

Puoi farcire le tue crêpes con confettura, composte di frutti di bosco, sciroppo d’acero e, se non temi le calorie, anche con un velo di crema al cioccolato e nocciole.

Loading...

Commenta