Fughe delle piastrelle annerite: come pulirle naturalmente

Se hai le fughe delle piastrelle annerite non disperare. Grazie ad alcuni e semplici rimedi naturali puoi farle tornare bianche come un tempo. E’ una questione estetica è vero e se le fughe sono scure non significa che la casa è sporca, però a chi entra lascia un senso di poca pulizia. Sono infatti sgradevoli da vedere.

Seguici su Instagram

In questo articolo ti spiego come pulirle naturalmente, perciò non devi ricorrere ai prodotti specifici che trovi in vendita. Questi, almeno che non cerchi appositamente quelli ecologici, sono dannosi sia per l’ambiente sia per la tua salute perché mentre li applichi li respiri e irriti quindi le vie respiratorie. Vediamo perciò alcuni rimedi naturali per le fughe delle piastrelle annerite!

LEGGI
Come sturare il lavandino otturato: i rimedi efficaci, facili ed economici
Loading...

Come pulire le fughe delle piastrelle annerite in modo naturale

I rimedi che vedi qui sotto vanno bene se le piastrelle sono annerite o grige. Usa quello che ti torna meglio in base a ciò che hai già in casa.

Bicarbonato di sodio

Munisciti di uno spazzolino da denti vecchio o comunque dedicato unicamente a questo scopo. Prendi poi il bicarbonato di sodio, lo sbiancante per eccellenza ma anche disinfettante. Perciò se le fughe delle piastrelle sono nere anche a causa della muffa, ottieni il doppio vantaggio di sbiancarle e disinfettare allo stesso tempo!

Devi ottenere una crema pulente unendo un cucchiaio di sapone di Marsiglia liquido con 50 grammi di bicarbonato. Impasta per bene e aggiungi l’acqua, fino a quando il composto diventa omogeneo. Immergi le setole dello spazzolino da denti in questa crema e strofinalo sulle fughe annerite. Vedi come il nero va via velocemente. Dopo prendi una spugna e passala sopra le piastrelle con l’acqua calda, così da rimuovere tutto per bene.

LEGGI
Come rimuovere le macchie di calcare utilizzando solo prodotti naturali

Seguici su Instagram

Richiede ovviamente tempo e impegno, però il risultato è eccellente e anche duraturo.

Succo di limone

Un altro sbiancante naturale che puoi usare benissimo sulle fughe delle piastrelle annerite è il succo di limone. Anche lui inoltre igienizza per bene. In questo caso devi prendere il succo di uno o più limoni (la quantità dipende da quante piastrelle ci sono) e sempre con lo spazzolino da denti a setole morbide vai a effettuare la pulizia. Immergi lo spazzolino nel succo e dopo struscia delicatamente sulle fughe. Dopo con una spugna o uno straccio passa sulle piastrelle per rimuovere tutto lo sporco.

Aceto di vino bianco

Vale lo stesso discorso dei rimedi visti fino a ora. Immergi lo spazzolino nell’aceto di vino bianco e pulisci le fughe. Se sono particolarmente sporche ti consiglio di lasciare prima agire l’aceto di vino bianco. Perciò mettilo in un contenitore con diffusore spray e spargilo su tutte le mattonelle. Lascia agire per un’ora e dopo intervieni con lo spazzolino.

LEGGI
Come eliminare le macchie d’olio dai vestiti: il metodo facile che funziona davvero

Spugna ruvida o spazzolino da denti?

Con la spugna rimuovi il nero più velocemente, però quando lo sporco è molto vecchio e soprattutto molto nero, difficilmente è sufficiente una passata veloce per toglierlo. In quel caso con lo spazzolino puoi intervenire in modo più mirato e rimuovere bene lo sporco.

La spugna alla fine invece ti occorre proprio per andare a togliere il composto e le colate scure che normalmente si formano sulle mattonelle dopo questo tipo di pulizia. Ti consiglio infatti, una volta terminato questo tipo di lavoro, di lavare per bene le tue piastrelle con acqua e sapone.

Come mantenere le fughe delle piastrelle pulite

Per non ritrovarti in modo più o meno ricorrente a pulire le fughe delle piastrelle perché nere o grige, ti suggerisco di mantenerle pulite. E’ sicuramente molto più semplice mantenere una cosa pulita che dover intervenire quando lo sporco si è ormai attaccato.

LEGGI
Trucchi per fare un buon caffè e tenere pulita la moka

Per mantenere pulito l’ambiente ricordati come prima cosa di tenerlo sempre arieggiato. Spesso infatti tra le piastrelle (tipiche di bagno e cucina) si annida la muffa, la quale si forma negli ambienti chiusi e molto umidi.

Pulisci regolarmente le piastrelle con acqua e aceto, in questo caso basta passare la spugna sulla parete coperta di piastrelle.

Un metodo però infallibile per intervenire è quello di utilizzare il vapore diretto sulle fessure, vai a disinfettare ed eliminare le prime tracce di sporco.

Loading...

Commenta