Come pulire i vetri della doccia al meglio

Come pulire i vetri della doccia al meglio

Pulire in breve tempo i vetri della doccia, senza troppa fatica e con risultati soddisfacenti.

Seguici su Instagram

Vetri doccia splendenti con poca fatica e in breve tempo

Per un bagno perfetto è essenziale pulire i vetri della doccia in modo impeccabile. Con qualche piccolo accorgimento è possibile avere vetri doccia splendenti e soprattutto si può ottenere questo risultato con poca fatica.

Loading...

Se l’ambiente bagno è molto più di una semplice stanza ed è invece il luogo dove, tra l’altro, desideri ritrovare calma, relax e sensazione di benessere, è logico che vuoi che tutto in quel posto sia piacevole e pulito.
I sanitari non sono difficili da mantenere puliti utilizzando gli appositi prodotti: non formano aloni, non attirano in modo incredibile il calcare, ma… il vetro della doccia?

Proprio quello che cattura lo sguardo appena si entra in bagno è l’oggetto più difficile da mantenere impeccabile. Possiamo però fare in modo che sia praticamente invisibile, adottando qualche stratagemma che ci permetta di non diventare schiavi della sua pulizia.

LEGGI
Pulire le tapparelle velocemente e in modo naturale: la guida pratica

Tra forme, dimensioni e materiali, la scelta dei box doccia è un’impresa molto impegnativa. Talvolta ritrovarsi con vetri satinati o trasparenti non è nemmeno frutto di un proprio desiderio, ma magari li hai già trovati nella casa nella quale ti trovi ad abitare.
In effetti, sono davvero tante le tipologie di vetri che vengono utilizzati per fornire intimità all’angolo destinato alla doccia.
Un elenco, nemmeno troppo completo, comprende:
– Vetri trasparenti
– Vetri fumé
– Vetri satinati, lisci oppure a buccia di arancia
– Vetri serigrafati di diverso spessore
In generale, tutti i vetri che fanno da pareti alle docce sono temprati. La tempratura è un trattamento per cui, in caso di rottura, il vetro si frantuma in tanti piccoli pezzi non appuntiti e di conseguenza meno pericolosi.

Oltre al materiale, le pareti delle docce si differenziano per le forme. Possono essere quadrati o rettangolari, ma anche a semicerchio. Quando il bagno lo consente, si può optare per una semplice lastra di vetro che separa l’ambiente, lasciando una maggiore sensazione di spazio.
Comunque sia strutturato l’angolo doccia, quel che importa è che sia sempre pulito e probabilmente non è tra tra le mansioni che svolgi più volentieri.

Consigli per pulire i vetri doccia presto e bene

Belli perché danno idea di spazio e luce, i vetri trasparenti delle docce non devono avere traccia di calcare o di sporco, per essere davvero piacevoli. In pratica, il vetro non si dovrebbe vedere.
Per pulire al meglio queste superfici puoi scegliere tra due tipi di interventi: quello con prodotti specifici facilmente reperibili in commercio, usandoli con qualche accorgimento particolare per avere risultati perfetti in poco tempo, oppure rivolgerti verso prodotti naturali, che possono assicurare lo stesso grado di pulizia ed igiene, impiegando però un po’ più di tempo per agire.

LEGGI
6 piante da tenere in casa che purificano l'aria

Seguici su Instagram

Nel primo caso, il consiglio è di spruzzare il prodotto appena entrata in bagno, prima di pulire le altre parti o i sanitari, in modo che il calcare si sciolga e basti una sola passata per portarlo via. Conviene prestare particolare attenzione alle parti basse, diciamo dal mezzo metro da terra in giù, perché è lì che l’acqua staziona più a lungo. Dovrai poi passare una spugna morbida, o un panno in microfibra su tutta la superficie cercando di non saltare qualche zona, che potrebbe formare una chiazza opaca.

Se la doccia dispone di doccetta staccabile, con l’acqua calda sarà facile, procedendo dall’alto verso il basso, pulire perfettamente il vetro. Non sempre è necessario, ma se il vetro è sporco anche dal lato esterno, bisogna fare la stessa operazione anche su quella superficie.
In questo caso, e quando la doccia non è staccabile, per risciacquare ti puoi aiutare versando l’acqua calda con un contenitore.
Tieni presente che per rendere molto più veloce la pulizia della zona doccia puoi asciugare almeno in parte l’acqua dopo aver fatto la doccia, così da lasciare meno spazio al calcare.

LEGGI
Come avere i vestiti bianchi e profumati senza l'utilizzo di prodotti chimici

Pulire vetri doccia con metodi naturali

L’aceto è un anticalcare molto efficace. Aceto e bicarbonato usati in sinergia possono pulire perfettamente quasi tutte le superfici, comprese quelle del bagno.

La differenza tra questi prodotti naturali e quelli comunemente in commercio contenenti agenti chimici sta principalmente nei tempi di azione e non nel risultato finale.
I prodotti naturali impiegano più tempo ad agire, ma arrivano allo stesso scopo e sono senza effetti collaterali né per chi li usa, né per gli oggetti e, dettaglio molto importante, nemmeno per l’ambiente.

Per pulire i vetri della doccia puoi quindi utilizzare l’aceto bianco.
Puoi procedere utilizzando l’aceto puro, imbevendo un panno morbido e passandolo sul vetro, ma anche sulla rubinetteria e le piastrelle: il calcare non avrà vita facile e non si formeranno incrostazioni.
Se però ci sono accumuli di sporco da eliminare, prepara un composto cremoso con aceto bianco e bicarbonato di sodio ed applicalo con una spugna sulle parti interessate da strati di calcare o macchie persistenti.

LEGGI
Come pulire la cucina in poco tempo: 10 consigli che fanno la differenza

Lascialo agire per un quarto d’ora e poi rimuovi con acqua calda, strofinando con cura. Questo puoi farlo periodicamente, ma se le parti sono pulite e asciugate con una certa regolarità non ci sarà bisogno di ricorrere ad azioni più profonde e prolungate.

Se sei una fan dei prodotti naturali e non inquinanti puoi preparare da sola il tuo detersivo ed averlo sempre pronto all’uso. É semplice e non occorrono ingredienti difficili da reperire. In uno spruzzino aggiungi 100 ml di aceto bianco oppure aceto di mele, 50 ml di alcool, un paio di cucchiai di detersivo per piatti e tanta acqua, se possibile demineralizzata, quanto basta per arrivare a 500 ml.

LEGGI
Come usare la Pentola a pressione e quali sono tempi di cottura

Con questa miscela spruzza il vetro della doccia, passa un panno e risciacqua con acqua calda: il tuo angolo doccia si manterrà sempre splendente e piacevolmente profumato.
Finora non abbiamo parlato di asciugare i vetri, questo perché in genere non è necessario. Sia i prodotti in commercio che quelli fai da te, se risciacquati bene con acqua calda non lasciano aloni. Anzi, è più facile che un’asciugatura superficiale e frettolosa porti ad un risultato meno perfetto.

Puoi quindi risparmiare questa fatica, senza timori.
C’è però un piccolo trucchetto che alcuni utilizzano per mantenere i vetri sempre lindi: passare sui vetri bagnati la spazzola tergivetri che, eliminando le gocce d’acqua, porta via la fonte del calcare. Se sei brava con questo oggetto, e in fondo basta solo un po’ di pratica, puoi usare questo sistema tra una pulita e l’altra col detersivo.

LEGGI
Come organizzare il frigorifero e conservare al meglio gli alimenti

Insomma, una buona organizzazione e pochi prodotti e potrai gestire la pulizia dei vetri della doccia con serenità e soddisfazione. Un bagno perfetto con pochissimo impegno e la stanza sarà davvero un luogo di relax, dove non entrano le preoccupazioni, nemmeno quelle più pratiche.

Loading...

Commenta