Come preparare un fertilizzante naturale fai da te per fiori e piante

Fiori e piante hanno bisogno di attenzioni. Devi irrigarli regolarmente e secondo le esigenze di ogni specie, devi offrire loro le giuste ore di luce ma anche scegliere il migliore fertilizzante naturale. La notizia positiva è che non devi per forza comprarlo ma puoi prepararlo da sola a casa.

Seguici su Instagram

Dovresti usare un fertilizzante per aiutare le tue piantine a crescere molto più sane e forti. Grazie a questo mezzo rendi il terreno più fertile, però ti consiglio vivamente di evitare tutti i fertilizzanti chimici e puntare invece sui fertilizzanti fatti in casa in modo naturale.

Ti accorgi poi di non poter più farne a meno, perché si tratta di uno stupendo alleato e i fiori e le piante lo apprezzano. Per crescere belle e forti vogliono il giusto nutrimento, il quale comprende anche il fosforo, l’azoto e i microminerali.

LEGGI
Come organizzare la dispensa in cucina

Come fare il fertilizzante naturale in casa

Veniamo a noi e scopriamo come si prepara un fertilizzante fai da te per i fiori e le piante del proprio giardino o coltivate in vaso sul terrazzo.

Per preparare un buon fertilizzante naturale puoi usare i tuoi rifiuti organici, come per esempio i resti degli alimenti, dei vegetali, delle piante e degli alberi. Anche le bucce e le foglie secche lasciate fermentare sono per esempio utilissime.

Ecco, la verità è che non esiste un modo solo per fare il fertilizzante naturale ma puoi usare davvero un po’ di tutto, purché sia naturale! Qui sotto ti mostro alcune soluzioni che puoi iniziare a mettere in pratica sin da subito.

LEGGI
Come pulire e igienizzare il bagno con 5 prodotti naturali

Usa la cenere

Quando accendi il caminetto il fuoco brucia la legna e produce una discreta quantità di cenere. Puoi raccoglierla e utilizzarla come fertilizzante, tutto quello che devi farla è disporla intorno alla pianta e lasciarla agire.

Seguici su Instagram

La cenere di legna infatti dona al suolo tante sostanze nutritive come il fosforo, il potassio, il calcio e il magnesio. Questo concime naturale non è miracoloso ma fa comunque molto bene alle piante. Allo stesso tempo però ottieni un altro risultato positivo. La cenere infatti tiene lontane le lumache. Distribuisci la cenere intorno alle piante che piacciono a questi animali, come le verdure a foglia larga.

LEGGI
Come eliminare le farfalline dalla dispensa

Macerato di ortica

Preparare il macerato di ortica è semplice e inoltre si tratta di un fertilizzante naturale fai da te ottimo per le piantine. È ricco di azoto, di calcio, di potassio e di magnesio. Utilizzalo direttamente sul terreno e ti aiuta anche ad allontanare gli eventuali parassiti delle piante. Ecco come prepararlo.

Come prima cosa raccogli l’ortica usando dei guanti da giardino (ricordati che è una pianta urticante). Adesso prendi un grosso contenitore e metti dentro le foglie di ortica senza pressarle. Aggiungi l’acqua in modo da coprire interamente l’ortica e dopo chiudi il coperchio. Lascia così per tre settimane. Dopo filtra e conserva il composto in una bottiglia.

LEGGI
Come lavare la lana senza infeltrirla o rovinarla: consigli utili

Il tuo macerato di ortica è pronto. Quando devi usarlo ricordati di diluirlo in acqua. Una parte di macerato e venti parti di acqua. Mettilo in uno spruzzino e utilizzalo sul terreno ogni due settimane.

Concime con la buccia di banana

Puoi ottenere dalla buccia di banana un concime davvero economico. Le tue piante e i tuoi fiori lo adoreranno! Il macerato di banana poi è utilissimo proprio durante la fruttificazione e la fioritura, questo perché il potassio e tutti gli altri nutrienti aiutano la pianta in questo momento molto delicato.

Per preparare il concime liquido di buccia di banana vi occorrono almeno 5 scorze di questo frutto. Considera comunque di aumentare questo numero se devi fertilizzare un terreno bello ampio.

LEGGI
5 modi per eliminare i cattivi odori dal frigorifero

Per 5 bucce vi serve un litro d’acqua. Perciò riempi una pentola d’acqua e portala a ebollizione. Quando bolle aggiungici le bucce precedentemente spezzettate e lasciale bollire per 15 minuti.

Spegni il fuoco, lascia freddare e frulla le bucce. Scola e filtra il macerato. Le bucce di scarto le puoi usare nel vaso come pacciamatura, il liquido che ottieni invece travasalo in una bottiglia d’acqua e usalo come concime liquido per annaffiare le piante. Per ogni litro di concime unisci due litri d’acqua.

Questi tre fertilizzanti naturali fai da te sono economici e naturali al 100%, ideali proprio per rendere il tuo terreno ricco e favorevole per la crescita delle tue piantine e dei fiori.

LEGGI
4 modi per catalogare e conservare le ricette di cucina
Loading...

Commenta