Come concedersi il bagno rilassante perfetto

Se hai la fortuna di avere in casa un bagno con vasca non puoi assolutamente fare a meno di concederti, ogni volta che puoi, un piacevole e rilassante bagno.

Seguici su Telegram

Non perdere l’opportunità di trasformare il tuo bagno in una spa, se pur solo per pochi minuti!

Il bagno, un vero rituale rilassante

Il bagno è un momento che va ben al di là della sua funzione, ovvero quella di curare la propria igiene personale: fare il bagno significa distendere il corpo e la mente, è un momento che dedichi esclusivamente alla tua persona, insomma è una sorta di trattamento benessere che puoi praticare comodamente tra le mura domestiche!

È proprio per questo motivo, d’altronde, se le vasche da bagno stanno tornando ad essere gettonatissime nel vasto e variegato mondo dell’arredo bagno: in un passato non lontano sono state accantonate in modo quasi totale per far spazio alla doccia, considerata più pratica, ma oggi questa tendenza si sta invertendo.

Se da un lato la doccia rimane indispensabile per tutti i lavaggi rapidi, dall’altro sono sempre di più le persone che pretendono una bella vasca da bagno per potersi lavare in questo modo.

Ma quali sono le “regole” del buon bagno? Ovviamente puoi personalizzare questo momento nei modi più disparati affinché risponda in modo ideale alle tue esigenze, tuttavia ci sono alcuni consigli che meritano di essere considerati un punto di riferimento in tutti i casi. Scopriamo subito quali.

La durata del bagno

Un primo, importante aspetto su cui è necessario soffermarsi è quello relativo alla durata del bagno.

Come detto in precedenza il bagno è una sorta di rituale, è una pratica che ha come finalità principale quella di rilassare, per questa ragione dimentica il classico lavaggio “mordi e fuggi” tipico della doccia.

Il bagno è un’esperienza completamente differente, e per questo motivo devi prenderti tutto il tempo di cui hai bisogno: non è assolutamente il caso di fare le cose con fretta.

Rimani in vasca a lungo, dunque 10, 15, 20 minuti, e metti in stand by qualsiasi pensiero; in genere è consigliabile non superare la mezz’ora, per evitare la pelle inizi a raggrinzarsi.

Tanta schiuma

Un bagno “a regola d’arte” non può fare a meno di tanta schiuma: la schiuma contribuisce non poco a rendere le atmosfere piacevoli e rilassanti, è soffice e piacevole al tatto ed è senza dubbio l’icona più tipica del bagno in vasca.

Alla luce di questo, dunque, cerca di entrare in vasca quando il sapone che hai versato ha già prodotto un bel po’ di schiuma: la sensazione di relax sarà ancora più accentuata e ti sembrerà di essere letteralmente “abbracciata”.

Musica di sottofondo

Se il tuo bagno è attrezzato con dei diffusori audio, rendi il tuo bagno ancor più speciale scegliendo della bellissima musica di sottofondo.

Apriamo, da questo punto di vista, una parentesi importante: i dispositivi tecnologici possono rivelarsi pericolosissimi in bagno, di conseguenza ascolta della musica solo laddove nella stanza siano presenti degli appositi diffusori ed escludi in modo categorico la possibilità di installare, anche solo in maniera temporanea, uno stereo. Con la sicurezza domestica non si può assolutamente scherzare.

Dicevamo: che musica scegliere per rendere ancor più piacevole il “rituale” del bagno?

Quando si parla di musica, è evidente, si è nel campo della pura soggettività, di conseguenza scegli le tracce che ascolterai sulla base dei tuoi gusti personali.

Seguici su Telegram

Ovviamente opta per delle musiche rilassanti, anche laddove tu sia solita ascoltare canzoni più energiche: il bagno è un momento rilassante e rigenerante, per questo motivo il sottofondo musicale deve trasmetterti sensazioni analoghe.

Quanto al volume della musica non ci sono particolari “direttive”, ma evita di tenerlo troppo alto: ascoltare la musica a un volume medio-basso è l’ideale se si vuol vivere una sensazione di relax.

Illuminazione del bagno

L’illuminazione è davvero importantissima per ricreare la classica atmosfera “da spa”, vediamo dunque quali sono i suggerimenti più preziosi in tal senso.

Cerca di evitare di accendere la luce principale del bagno, opta piuttosto per l’accensione di luci secondarie, come possono essere ad esempio quelle dello specchio associato al lavabo.

Se vuoi proprio divertirti e presti una particolare attenzione alle atmosfere, tieni tutte le luci spente e accendi qualche candela, magari aromatica: l’effetto relax è garantito!

I profumi nella stanza

Abbiamo appena parlato di candele aromatiche, ma tali articoli non sono certo l’unico modo per rendere gli ambienti impeccabili anche dal punto di vista dei profumi.

I profumi per la casa, infatti, sono tantissimi, di conseguenza puoi davvero sbizzarrirti con la fantasia: se vuoi ricreare atmosfere uniche nel loro genere, ad esempio, puoi utilizzare degli incensi naturali, un’icona tutta orientale che è considerata un preziosissimo punto di riferimento dai centri benessere.

Abbandona lo smartphone

Il cellulare è ormai parte delle nostre vite, lo teniamo sempre con noi e in tantissime occasioni tendiamo ad abusarne.

Bene, mentre prepari il tuo bagno e mentre ti rilassi in vasca, dimentica completamente dell’esistenza del tuo smartphone: spegnilo, oppure silenzialo e lascialo in un’altra stanza, e azzera tutti i pensieri.

Quando ci si concede un bagno o un trattamento benessere, infatti, l’intento deve essere proprio questo, ovvero quello di isolarsi per un po’ dalla realtà e vivere una sorta di sogno rigenerante.

La temperatura dell’acqua

Il bagno in vasca deve essere caldo, su questo non c’è davvero dubbio: è proprio il tepore dell’acqua, infatti, a donare quell’inconfondibile sensazione di relax.

Non esiste una temperatura precisa a cui fare riferimento: la scelta è soggettiva e ti basta mettere la mano in vasca per renderti conto se può andar bene, senza dover utilizzare termometri.

Calore è una parola d’ordine dunque, soprattutto in inverno, ma cerca di non esagerare, sia perché immergersi in dell’acqua troppo calda potrebbe risultare un po’ fastidioso (un conto è toccare l’acqua con le dita, un conto è bagnare tutto il corpo!), e sia perché un calore troppo accentuato potrebbe causarti qualche capogiro quando uscirai dalla vasca a bagno concluso.

Utilizza un accappatoio caldo

A proposito del momento in cui uscirai dalla vasca, ricorda bene che dovrai utilizzare un accappatoio caldo.

Dopo essere stata immersa a lungo nell’acqua calda, infatti, non è particolarmente piacevole asciugare il fisico con del tessuto freddo, di conseguenza non trascurare questo dettaglio.

I bagni moderni sono dotati di elementi di termoarredo, e per godere di questo comfort una volta uscita dalla vasca non devi fare altro che posare sul termoarredo il tuo accappatoio o i tuoi asciugamani.

Se il tuo bagno non vanta queste attrezzature, non temere: accendi il riscaldamento prima di fare il bagno e posa il tuo accappatoio su un termosifone, in modo che ne acquisisca la temperatura.

Rendi speciale anche la conclusione

Quando il bagno è finito e ti sei asciugata con il tuo accappatoio caldo, continua a “coccolarti”: può essere un’idea ottima, ad esempio, quella di applicare sul tuo fisico un prodotto per la pelle, ad esempio un’apposita crema.

Anche questi piccoli dettagli sanno contribuire a rendere il tuo bagno un vero e proprio trattamento benessere.

Commenta