Come sturare il lavandino otturato: i rimedi efficaci, facili ed economici

Sturare il lavandino otturato è un’azione che puoi fare anche tu. Fino a un certo punto chiaramente! Spesso infatti è sufficiente mettere in pratica alcuni consigli per risolvere il problema e non spendere decine di euro per contattare l’idraulico. Nel corso di questa guida ti spiego quali sono i rimedi efficaci ed economici che possono esserti d’aiuto.

Prima però, ricordati che una volta risolto il problema devi prevenirlo. Utilizza le apposite protezioni per impedire ai capelli e i piccoli oggetti di entrare nello scarico e intasarlo. Ogni tanto usa i rimedi che ti propongo per mantenere liberi gli scarichi evitando ingorghi troppo pesanti.

Rimedi efficaci per sturare il lavandino

Un’altra buona notizia è questa: non sei costretta a utilizzare sostanze chimiche! Se sei attenta alla salute dell’ambiente, non devi venir meno a questo principio. Puoi infatti sturare il lavandino senza danneggiare l’ambiente e senza inalare tu per prima sostanze tossiche altamente dannose per il tuo sistema respiratorio.

Inizia con lo sturalavandini

Prima di tutto prova con lo sturalavandini. Sicuramente in casa hai quello manuale, alcune volte è sufficiente. La ventosa deve aderire bene intorno allo scarico e devi andare avanti e in dietro con il braccio per creare la giusta pressione. Ricordati di chiudere il foro di sicurezza con l’altra mano.

La pressione spesso è sufficiente per far scendere il materiale che provoca l’ingorgo. Altrimenti in commercio trovi gli sturalavandini elettrici, i quali vanno a creare una pressione più forte e hanno perciò maggiori possibilità di risolvere il problema.

Usa una sonda

Con una sonda, cioè un piccolo tubo flessibile, puoi sturare il lavandino spingendo via l’ingorgo di capelli e altri residui. Dovresti trovarli senza problemi in ferramenta ed è uno degli strumenti più utilizzati dagli idraulici. Fai attenzione mentre lo utilizzi e cerca di seguire la forma delle tubature, a un certo punto troverai l’ingorgo e potrai spingerlo via. Per aiutarti a mandar via ciò che causa il blocco, esistono una serie di rimedi davvero utili. Qui sotto te ne mostro alcuni.

Acqua, sale e bicarbonato

Puoi usare questo rimedio naturale per mantenere lo scarico del tuo lavandino pulito e prevenire gli ingorghi, oppure per combattere il calcare che favorisce poi l’accumulo di sporco in determinati punti della tubatura. Puoi usarlo anche insieme alla sonda per facilitarti il lavoro.

In pratica devi prendere una pentola d’acqua e metterla a bollire. In disparte unisci sale grosso e bicarbonato nelle stesse quantità.

Usa lo sturalavandini, versa due cucchiai di sale e bicarbonato, aspetta due minuti, versa un litro d’acqua bollente e usa ancora lo sturalavandini. Dovresti risolvere così il tuo problema.

Sturare il lavandino con la coca cola

La Coca Cola è un perfetto sturalavandini! Non ci credi? Provalo subito. Versa una bottiglia di Coca Cola nello scarico e nel giro di pochi minuti torna libero. È davvero efficace, purché chiaramente non si tratti di un ingorgo troppo importante. Se ogni tanto ti piace bere questa bevanda e te ne avanza sempre un po’, utilizza la restante versandola nello scarico del lavandino, in questo modo previeni la formazione del calcare.

Soda da bucato

Puoi liberare gli scarichi otturati versando 5 o 6 cucchiai di soda nella tubatura e subito dopo due litri d’acqua bella bollente. E’ un’operazione che riesce a liberare quasi tutti gli ingorghi. Se non è sufficiente ti consiglio di provare con la sonda e dopo ripetere questo passaggio.

Soda Caustica

L’ultimo rimedio, lo consiglio davvero come ultima spiaggia e solo dopo aver testato senza successo tutti gli altri, è la soda caustica. Prima di eseguire questo trattamento alle tue tubature indossa i guanti protettivi, gli occhiali e una mascherina che protegge le vie respiratorie.

Versa tre cucchiai nello scarico del lavandino e dopo versa un litro d’acqua. Allontanati subito perché i fumi sono irritanti. Esci dalla stanza e lascia una finestra aperta. Torna dopo circa mezz’ora e controlla se il problema è risolto.

Loading...

Commenta