Come preparare dei gustosi Pancake alla Banana

Loading...

I pancake di banane

pancake alla banana sono dei dolci golosi e dall’ottimo sapore che possono rappresentare una colazione gustosa, sostanziosa e ricca di sostanze nutritive. Sono una versione dei classici pancake, le frittelle americane che vengono servite insieme allo sciroppo d’acero. Arricchendo la ricetta con la polpa di una o due banane (a seconda del numero di pancake che si vogliono preparare) il risultato finale sarà ancora più delicato, morbido e dal sapore unico.

Proprio per il fatto di essere una preparazione molto semplice e veloce da realizzare, che necessita di pochi ingredienti è possibile fare i pancake di banane in casa pochi minuti prima di servirli in tavola. E per quanto riguarda il modo di mangiarli si può scegliere tra tanti modi diversi. Una soluzione consiste nel gustarli al naturale, ma è possibile anche guarnirli con la crema di nocciole, il cioccolato, lo sciroppo d’acero, la Nutella oppure tanti tipi diversi di marmellate a piacere. Così si riesce a fare il pieno di energia per affrontare al meglio la giornata. In secondo luogo è bene tenere a mente che esistono differenti versioni della ricetta di pancake di banane per ottenere dolci ancora più leggeri.

In questo caso è possibile sostituire le uova, il burro oppure la farina con altri ingredienti o eliminarli direttamente dalla preparazione della pastella. Si tratta di una ricetta perfetta anche per i vegetariani e per i vegani. In ogni caso queste frittelle avranno una consistenza più cremosa rispetto a quanto avviene con la ricetta tradizionale. I pancake di banane possono anche serviti durante un brunch. Inoltre rappresentano un ottimo piatto per gli sportivi proprio per la presenza della banana. Si tratta di un frutto ricco di:
– vitamine E, C, B e A;
– fibre, per la regolazione della flora e della funzionalità intestinale;
– potassio, sale minerale che favorisce la tonicità dei muscoli e supporta il sistema cardiovascolare.

Ricetta pancake di banane

Per la ricetta classica dei pancake di banana per 4 persone servono:
– 1 bustina di lievito per dolci;
– 2 uova;
– 300 gr di farina 00;
– 30 gr di zucchero;
– 2 banane;
– 30 gr di burro;
– 200 ml di latte.

Per preparare i pancake occorrono 20 minuti, così come per la cottura. Innanzitutto bisogna ridurre le banane in purea schiacciandole con cura dentro una terrina. In alternativa, è possibile frullare la frutta con il mixer. Una volta ottenuta una polpa morbida e priva di grumi si versano il lievito, la farina setacciata e lo zucchero mescolando bene il composto. In un’altra terrina si montano le uova insieme sl latte.

A questo punto, quando si ottiene una consistenza cremosa, si aggiunge il secondo composto al primo e si mescola bene fino ad avere una soluzione omogenea. Quindi si lascia la pastella a riposo per mezz’ora e, al termine di questo periodo di tempo, si unge una padella abbastanza capiente con un po’ di burro e la si pone sul fuoco.

Quando è bella calda vi si versa un mestolo di pastella e si ripete l’operazione fino a ottenere un numero sufficiente di frittelle. I pancake devono cuocere su entrambi i lati per circa 2 minuti, tuttavia possono richiedere più tempo se hanno uno spessore maggiore. Ciò dipende dalla quantità e dalla consistenza della pastella versata in padella. Con una paletta si tolgono le frittelle e le si impila in un piatto. Ripetete l’operazione fino a terminare il composto. I pancake di banane si possono servire al naturale, guarniti con frutta fresca e panna, spolverizzati con lo zucchero a velo, accompagnati con sciroppo d’acero, cioccolato fuso oppure marmellata.

Ricetta pancake di banane light

Se si vogliono preparare i pancake alla banana light, è possibile ridurre il numero degli ingredienti per ottenere una pastella più morbida, delicata e leggera. In questo caso anche i tempi di cottura e preparazione sono più brevi. Questa soluzione consente spesso di usare le banane troppo mature che rimangono.

Il risultato finale sarà bilanciato, genuino, sano e con poche calorie. Per ottenere 6-7 pancake di banane gli ingredienti sono:
– 1 cucchiaino di miele;
– 2 piccole banane molto mature;
– 2 uova;
– 3 cucchiai di farina 00 oppure integrale a seconda delle proprie preferenze;
– la punta di un cucchiaino di cannella in polvere;
– la punta di un cucchiaino di lievito per dolci;
– 1 cucchiaio raso di olio di semi.

Con i rebbi di una forchetta bisogna schiacciare con cura la polpa delle due banane fino a ottenere un composto morbido e dalla consistenza cremosa. A questo punto si versano le due uova e si mescola l’impasto con cura. I due ingredienti faranno da perfetto legante per la pastella, così da avere risultati soffici e morbida.

Successivamente si uniscono la farina setacciata, la cannella, il lievito e l’olio di semi e si amalgamano tra loro gli ingredienti fino a creare un impasto omogeneo, morbido e dalla consistenza cremosa. Si mette sulla fiamma media una padella antiaderente unta leggermente con un po’ di olio oppure di burro e quando la superficie è calda si versa un mestolo di pastella per ogni pancake che si vuole fare.

Bisogna girare le frittelle quando si formano superficialmente delle piccole bollicine. Si devono far cuocere i pancake di banane anche sull’altro lato per un paio di minuti. Una volta cotti li si impila su un piatto da portata e li si serve accompagnati con un po’ di miele o dei frutti di bosco oppure spolverizzati con lo zucchero a velo.

Ricetta pancake di banane con soli due ingredienti

I pancake di banane possono essere preparati anche con soltanto due ingredienti: in questo caso si eliminano dalla ricetta la farina, il burro, lo zucchero, l’olio di semi e il latte. Si tratta di una preparazione adatta per le persone che soffrono di un’intolleranza al glutine, al lattosio oppure che seguono una dieta vegetariana, veloce e semplice da realizzare in pochi minuti.

Possono quindi rappresentare uno spuntino leggero, dal ridotto apporto calorico e gustoso oppure una colazione per iniziare in maniera salutare la giornata. Proprio per questo motivo i pancake di banane (soprattutto nella versione light) sono dolci indicati per le persone che soffrono di scompensi del metabolismo oppure che sono in sovrappeso.

Per questa ricetta con un livello di difficoltà basilare, i tempi di preparazione sono di soli 15 minuti. Per avere 10 pancake (sufficienti per 2 persone) le dosi sono:
– 2 uova medie;
– 180-200 gr di polpa di banana matura. Corrispondono a 2 banane piccole oppure a 1 banana di grandi dimensioni.

Il frutto deve essere sbucciato e con i rebbi di una forchetta bisogna schiacciare molto bene la polpa matura all’interno di una ciotola. Quando si ottiene un composto sufficientemente cremoso si aggiungono le due uova e si mescola il tutto con una forchetta finché non si ottiene una pastella omogenea.

A questo punto si mette sul fuoco una padella antiaderente e, dopo aver scaldato la superficie, vi si versano alcuni mestoli di composto facendo attenzione che tra una frittella e l’atra ci sia una certa distanza. Bisogna cuocere i pancake di banane per un paio di minuti per lato, facendo attenzione che si formi una leggera crosticina dorata ma che non si brucino.

Si consiglia di girare questi dolci per un paio di volte usando una paletta così che abbiano una consistenza omogenea. È possibile servirli caldi insieme allo sciroppo d’acero, con una spolverata di cacao o di cannella, con la frutta fresca oppure con zucchero a velo.

Loading...

Commenta